UN PONTE SUL TEVERE . .

esclusivamente ciclopedonale per unire le due sponde, per collegare il Sentiero Pasolini alla rete ciclabile di Fiumicino e Roma e per salvare un intero quadrante paralizzato dal traffico (Municipio X e IX Roma Capitale - Fiumicino).

Il Sentiero Pasolini ha come obiettivo anche quello di allacciarsi alla pista ciclabile già presente e completa che si trova sulla sponda opposta tra Fiumicino e il G.R.A di Roma lungo il fiume Tevere attraverso un nuovo ponte esclusivamente ciclopedonale.

Nel tratto di fiume tra il G.R.A. e il mare (ultimi 20km del Tevere verso il mare), è presente solamente il Ponte della Scafa che collega Fiumicino ad Ostia), inaugurato nel 1950 non riesce più a supportare l'enorme espansione demografica del territorio (Fiumicino, Ostia, Ostia Antica, Acilia, Dragona, etc etc) e l'attuale mobilità, costringendo la popolazione a vere e proprie imprese automobilistiche per percorrere una manciata di km, inoltre il ponte esistente, nonostante serva l'unica via di accesso per raggiungere l'aeroporto Internazionale di Roma Fiumicino LEONARDO  DA VINCI appare inadeguato e difficilmente percorribile da pedoni e ciclisti.

   

Un'ottima alternativa, rapida, ecologica ed economica (viste le tecnologie moderne), per integrare il Sentiero Pasolini alla rete ciclabile, sarebbe quindi l'installazione di un nuovo ponte esclusivamente ciclopedonale tra OSTIA ANTICA e FIUMICINO e/o tra DRAGONA e la FIERA DI ROMA.

Questa opera andrebbe non solo a migliorare la mobilità alternativa, ma a migliorare notevolmente la viabilità  sul Ponte della Scafa, alleggerendola e liberandola dalla paralisi due interi quadranti (quello di Fiumicino e quello del Municipio X e IX) in quanto molti, stufi di stare in macchine per ore, preferiranno la bicicletta come mezzo di trasporto, il boom della diffusione della bicicletta elettrica contribuirà inoltre al cambio di mentalità già per altro in atto.

Raggiungere l'area di Fiumicino, l'Aeroporto Internazionale FCO LEONARDO DA VINCI, la Fiera di Roma, Parco Leonardo e Parco Da Vinci (oltre 600 negozi) sarà più facile, migliaia sono i pendolari costretti attualmente a fare un giro assurdo a causa della mancanza di ponti, oltretutto anche coloro ostili all'uso della bicicletta avranno i loro benefici perché molti usando appunto la bicicletta si toglieranno dalle strade, rendendo più facile gli spostamenti per coloro che opteranno ancora per l'uso dell'auto.

© 2023 by MATT WHITBY. Proudly created with Wix.com